Cronache di Elitharn

Elitharn è il mondo che io ed Elena abbiamo inventato quando giocavamo a D&D. Naturalmente è diventato subito una possibile ambientazione per fumetti. La particolarità principale è che qui i protagonisti di Altarion hanno il ruolo di... divinità locali! Zadra, Amneris, Helystyal e Noemi sono le Signore degli Elementi. Aurore d'Aurore-Ingres diventa la quasi omonima Aurora, dea della Pace. Kaleya è la dea protettrice dei pirati, mentre l'imperatore Shaix diventa l'innominato Guardiano dello Spirito. Jan Kemeny si sdoppia - è sia Mornain di Elvalen che Syrnal, dio dei Ghiacci. La sua tenera mammina Athrynn invece ricopre il ben meritato ruolo di dea della Morte. Diversi personaggi conservano la stessa funzione e personalità che hanno nel fumetto di fantascienza, altri ancora sono stati inventati per l'occasione, come l'enigmatico Sinatar e il grezzissimo Radashin...
In un certo senso, potrebbe essere una dimensione alternativa dello stesso universo, in cui la magia ha preso il posto delle leggi fisiche. Attualmente ci sono i progetti per cinque episodi, che in passato abbiamo iniziato a disegnare in bianco e nero. Andrebbero letti in ordine cronologico, a parte i primi due che in pratica si svolgono contemporaneamente, ma sono autoconclusivi. "Spettri" è in rifacimento a colori. "La nave" per il momento verrà caricato nella versione originaria, purtroppo incompleta (Elena non l'ha mai terminato), ma non mi dispiacerebbe in futuro realizzarne una nuova versione a colori. Sempre che la mia latitante sorella mi fornisca la conclusione.
Per finire, siate pazienti: ho accantonato il progetto Elitharn più di sei anni fa, a parte un paio di racconti che vedrò di infilare in queste pagine, solo da poco mi è tornata la voglia di portare a compimento le varie storie.



Spettri di fiamma


La nave


L'albero della Terra


Il talismano di Lady Vilaya


La morte e il sogno



Il castello di Laris

(Racconto, ambientato nel regno di Vahl)


Un mondo tutto nuovo

(Racconto, crossover Elitharn/Dragonlance)